Elena Marchese

Natura nel suo senso generico e come sinonimo di istinto, creazione e impulso. Ripetizione e modularità nel gesto creativo e nella forma caratteristica dell’animalità e di un processo senza scopo.

L' istinto è, in psicoanalisi, un impulso di origine psichica o motivazione che spinge un essere vivente ad agire per la realizzazione di un particolare obiettivo, mediante schemi d'azione innati ed, appunto, "istintivi".

Sono comportamenti automatici, non sono frutto di apprendimento né di scelta personale. Bergson distingue tra istinto e intelligenza. L'una e l'altra sono facoltà dirette a determinare l'azione pratica degli esseri viventi in risposta alle sollecitazioni dell'ambiente: ma si differenziano in quanto l'istinto é la capacità di avvalersi di strumenti già organizzati, mentre l'intelligenza comporta la capacità di costruzione di strumenti artificiali che facciano fronte alla mancanza di quelli naturali.

Adattamento, imitazione, improvvisazione e comprensione di un tempo altro da quello dell’ individuo: trasformazione lenta, ricerca della fluidità originaria, animalità e impulso a costruire.

Elena Marchese -
"Tempo fermo”"
argilla, paglia, sabbia, ossido di ferro, raffia cm 60x80 anno 2008
<-opera precedente opera successiva->